Fondazione Sofia Luce Rebuffat Onlus

 

IL FILO DI ARIANNA

Tenendo conto dell’esperienza della pandemia, delle difficoltà organizzative e delle nuove esigenze dei piccoli pazienti, il progetto “Il posto delle favole”, che da anni si svolge presso il day hospital oncoematologico pediatrico dell’ospedale San Bortolo di Vicenza, ha preso il nome di “Il filo di Arianna” e si propone i seguenti obiettivi:

Attività in Day Hospital

  1. supportare i sanitari durante le prestazioni attraverso la terapia distrattiva con l’ausilio del cane;

  2. distrarre il bambino dai suoi pensieri legati alla visita medica, alla malattia, alle medicazioni, ai prelievi, ‘interrompendo’ la focalizzazione sulle sue paure;

  3. supportare le famiglia durante la permanenza in Day Hospital.

Soggiorni protetti estivi

  1. organizzare per i piccoli pazienti reduci dalle terapie e per le loro famiglie vacanze protette, in un ambiente accogliente e a contatto con la natura, dove sia possibile un ritorno progressivo e tutelato alla socialità.

Assistenza domiciliare territoriale

  1. mantenere un contatto tra il ‘dentro’ ospedale ed il ‘fuori’, offrendo alle famiglie un supporto educativo e/o terapeutico, in base agli accordi con i sanitari e alla situazione del singolo paziente.

Attività in reparto

  1.  in tutte le situazione in cui i sanitari (medici e primario) ritengano che l’animale sia di stimolo per il recupero o il sostegno emotivo dei pazienti più gravi, garantire la presenza di un operatore con il cane in reparto pediatrico, eventualmente anche in terapia intensiva (articolo);

  2. dal momento che la malattia del figlio/fratello, è la malattia della famiglia, è opportuno che il supporto sia rivolto a tutti i componenti, quando sia richiesto o sia ritenuto utile per la gestione della convivenza con la malattia; il sostegno risulta indispensabile in caso di lutto.

Relazione

Documentazione fotografica


UN PO’ DI TE. UN FUTURO PER TANTI

Anche quest’anno è rimasta attiva la campagna “Un po’ di te”, promossa dalla nostra Fondazione insieme all'Associazione Daniele Mariano Onlus, rivolta ai giovani (18-35 anni) che mira a diffondere la cultura della donazione e un messaggio positivo sul ruolo che il giovane può avere nella società, nonché una corretta informazione sul dono del midollo osseo e del cordone ombelicale.


INCONTRI DI SENSIBILIZZAZIONE NELLE SCUOLE SUPERIORI

Nell’ambito della campagna “Un po’ di te” la Fondazione organizza alcuni incontri di sensibilizzazione alla donazione del midollo osseo e del cordone ombelicale rivolti agli studenti delle quinte classi degli istituti superiori di Firenze.

Dal qualche anno la campagna si realizza attraverso un articolato progetto avviato presso il liceo scientifico “Giotto Ulivi” di Borgo San Lorenzo, dal titolo “Caratteristiche e applicazioni terapeutiche delle cellule staminali”.

Nel 2021, come già nel 2020, il progetto si è svolto online nell’ambito del programma Caffè Scienza.

Sono attivi i link agli incontri:

12 gennaio 2021, ore 11.15-12.45: Donazione del sangue e degli emoderivati, dott. Franco Vocioni (Centro trasfusionale, Ospedale Borgo San Lorenzo)

lezione


27 gennaio 2021, ore 11.15-12.45: Le cellule staminali: una nuova risorsa per la medicina del futuro, Prof. Daniele Bani (Unità di ricerca “Istologia e embriologia”, Università di Firenze)

lezione


1 febbraio 2021, ore 11.15-12.45: La donazione delle cellule staminali: Progetto “Un po’ di te”, Dott. Stefano Guidi (Centro Trapianti di midollo osseo, Careggi) e dott.ssa Miryam Mie (Reparto di Ostetricia, Ospedale di Borgo San Lorenzo)

lezione


ALTRI PROGETTI

La Fondazione può inoltre valutare progetti, proposte di intervento, richieste di finanziamento da chiunque presentati, che siano corrispondenti alle finalità statutarie e si svolgano sul territorio nazionale.

Attività svolta 2021